Tutto è cominciato quando a mio marito venne la brillante idea di invitare Massimo e sua moglie nella casa al mare.

Gli dissi che non era il caso, in fondo lo spazio non era tanto e mi imbarazzava l’idea di vivere a stretto contatto con un altro uomo anche se era il suo migliore amico. Fortunatamente mi convinse dicendo che saremmo stati più tempo in spiaggia che nell’appartamento e che quindi non c’era nulla di cui preoccuparsi.

Senza contare il fatto che sulla spiaggia siamo tutti quasi nudi, quindi che problema avrebbe potuto mai esserci? In realtà una piccola questione emerse, anzi a essere precisa era enorme.

Quando vidi il rigonfiamento del costume di Massimo rimasi a bocca aperta al punto che se ne accorse e me lo dimostrò con un sorriso malizioso e discreto. Io arrossì ovviamente, ma non tanto per l’imbarazzo quanto per l’eccitazione.

Avrei voluto inginocchiarmi davanti a lui per sentirlo subito in bocca, ma non era il caso davanti a tutti e poi non avevo mai tradito Franco!

Così il pensiero volò via e mi ripromisi di evitare ogni sguardo che potesse spingere Massimo a conclusioni sbagliate. Queste erano le intenzioni, non mi aspettavo certo un tradimento in vacanza, ma poi intervenne la realtà quando un pomeriggio rimasi nell’appartamento per una telefonata con mia sorella mentre tutti andarono sulla spiaggia.

Dopo pochi minuti Franco rientrò con la scusa di aver dimenticato l’asciugamano, si fermò sulla porta della camera da letto in cui mi trovavo e non fece altro che abbassarsi il costume. Da quel momento la mia vita sarebbe cambiata profondamente. In meglio.

La gioia del tradimento

Era enorme e bellissimo, mai visto uno così.

Alzai per un attimo lo sguardo sul suo viso mentre con una scusa riattaccavo il telefono.
Tolsi quel poco che avevo ancora addosso e mi sedetti sul letto.

Lui avvicinò il suo sesso alla mia bocca e in un attimo lo fece scomparire dentro.
Era già durissimo e non avevo nessuna voglia di perdere tempo con un pompino che avrebbe potuto consumare il poco tempo che avevamo.
Così decisi di stendermi immediatamente con le gambe spalancate, così da non lasciargli scelta.

Franco non si fece certo pregare e s’infilò con un solo e potente colpo dentro di me, chiusi gli occhi e li riaprii solo quando arrivò con un urlo incredibile.

Gli strinsi le gambe intorno ai fianchi per non farlo uscire prima che avesse lasciato dentro di me ogni sua goccia.

Senza dire una parola ci sistemammo e andammo sulla spiaggia dove trovammo Massimo e Clara impegnati a prendere il sole e a sparlare di chi passava davanti ai loro occhi.
Da quel momento Franco colse ogni momento buono per eccitarmi sfiorandomi con le dita o col bacino.
Questo mi portava a essere carica in modo incredibile e quando si creava l’occasione per una scopata veloce ero sempre io a lanciarmi senza ritegno su quel sesso strepitoso.

Scoparlo più che posso

Il viaggio di ritorno in città mi è servito per organizzare la mia settimana in modo da incontrare Franco il più possibile, sperando che lui volesse lo stesso e che non si fosse trattato di una situazione conclusa.

Dopo due giorni era già nel mio letto a scacciare quei brutti pensieri con colpi fortissimi che mi aprivano fin nel profondo.

Da allora non c’è stato momento libero nel quale non abbiamo scopato.

A casa sua, durante una festa da amici e perfino nel bagno del cinema, ogni luogo va bene quando si tratta di farmi scopare da lui.

Sono diventata anche una moglie bollente a letto con Massimo. Tutto merito del migliore amico di mio marito.

Cosa cerco

Marco è stato una bella distrazione ma non voglio farne il mio unico amante, ci ho preso gusto e ora voglio conoscere altri bei maschioni per provare anche nuove esperienze e fantasie.
Se pensi di riuscire a soddisfare la mia voglia fisica e mentale contattami.

Chi sono

  • Genere: Donna
  • Età: 30
  • Orientamento Sessuale: Etero

Preferenze Sessuali

Sesso Orale, Sborrata dentro, Sesso in pubblico