Sono una vera e propria sporcacciona ma poco mi interessa visto che amo essere sincera al 100%.

Ora vi racconterò una delle mie tante avventure col migliore amico di mio marito, ma anche il mio primo tradimento, visto che ho voglia di farvi una confessione a luci rosse.

La moglie troia e la prima volta

Non penso al sesso come un semplice rapporto obbligatorio da consumare tra marito e moglie.

Questo, per me, è un momento di sfogo e passione che non deve essere assolutamente sinonimo di monotonia.

Mio marito, che mi trascura sessualmente ovvero nella parte più importante della vita di una donna, una sera mi portò ad una cena coi suoi tanti amici.

Mi annoiai fino a che non vidi un giovane cameriere che poteva avere cinque anni meno di me.
Lui era bello come un dio greco e tutta la sera ci scambiammo occhiate d’intensa ed io lo provocai con la bocca e con diverse battute.

Ad un certo punto andai a fumare ed anche il ragazzo era fuori: ci scambiammo qualche piccola battuta e decisi successivamente di invitarlo al bagno per fargli provare nuove sensazioni di passione.

Andai per prima in bagno, scusandomi con mio marito dicendole che avevo un piccolo mancamento e che volevo rinfrescarmi il viso: quelle antipatiche delle compagni e mogli degli amici di mio marito non si degnarono nemmeno di accompagnarmi e chiedere come stessi.

Ma per fortuna, visto che nel bagno delle donne c’era il mio lui ad aspettarmi.

Chiuse a chiave la porta dello stesso bagno, mi prese in braccio e mi sbatté al muro.

Io, in sospeso, attorciglia le gambe su di lui e mi calai le mutande.

Scopammo come due indemoniati: mi faceva godere come leccava il mio seno e come mi scopava.

Rimanemmo in bagno per circa dieci minuti, che furono per me entusiasmanti al massimo.

Avevo goduto come una troia e quella fu la prima volta, che non mi fece nemmeno sentire in colpa per come stavo ed anzi, mi faceva eccitare il solo fatto che mio marito era ignaro di tutto e continuava a farmi felice economicamente mentre io godevo con altri.

Una moglie troia ed il migliore amico di mio marito

Lo ammetto: non sono di certo sinonimo di fedeltà nei confronti di mio marito in quanto in alcune occasioni l’ho tradito.

Era una sera come tante altre ed io ero sola: lavoro poco in quanto preferisco badare alla casa.

E come spesso mi capitava, mio marito usciva per lavoro di sera e tornava a casa tardi e questo altro non è che il pretesto giusto per poter pensare a come eccitarmi.

Ero nel salotto in intimo, con l’accappatoio e coi capelli bagnati dopo la doccia quando improvvisamente suonò il campanello.

Andai ad aprire a piedi nudi e vidi che era il migliore amico di mio marito, che doveva aggiustare il condizionatore.

Con quella persona non vado molto d’accodo ma quella sera, non chiedetemi come, scoppiò la passione.

Il suo sguardo, che si fermò sulle mie gambe e sul seno prosperoso, mi fece eccitare molto e mentre aggiustava io provocavo l’amico di mio marito con battutine e altri comportamenti, come mostrarle il culetto mentre raccoglievo cose da terra che io stessa avevo fatto cascare.

Il mio grado di eccitazione stava raggiungendo dei picchi incredibilmente elevati e ad un certo punto, con la scusa di offrire da bere all’amico di mio marito, gli feci cadere la bevanda sulla maglietta.

Lo spoglia e mi posi a cavalcioni su di lui: e da quel momento iniziò un rapporto sessuale che anche i muri ricordano alla perfezione.

Non persi tempo e subito lo presi in bocca, agitando il suo grosso uccello con la mano facendogli provare ulteriori momenti di goduria.

L’amico mi prese di peso e mi portò a letto dove mi lecco la fica ancora profumata dal bagnoschiuma.
Mi feci scopare nel sedere dopo aver continuato a godere mentre me la leccava e mi mordeva il seno.

Ero così eccitata che mentre mi scopava da dietro mi veniva quasi da piangere per la goduria.
Lo aveva duro come non mai e questo mi faceva eccitare maggiormente.

La sua banana mi piace molto ed anche il fatto che mi stava scopando la fica con le dita mi faceva provare una goduria maggiore.

Venni dopo pochi minuti di rapporto visto che ero eccitata tantissimo e non riuscivo a contenermi.

Avevo il cuore in gola e dopo quella volta, essendo io una vera troia, invitai in diverse altre occasioni l’amico di mio marito, regalandogli sempre quel piacere unico ed intenso che deriva dal rapporto sessuale stesso.

Pertanto ripeto, sono una sporcacciona che ama scopare sempre e che non ha vergogna di nulla.

foto moglie troia

Chi sono

  • Genere: Donna
  • Età: 35
  • Orientamento Sessuale: Etero

Preferenze Sessuali

Sesso Orale, Pecorina, Anal

RISPONDI ALL'ANNUNCIO